Nuovamente il Natale arriva con la sua incomparabile bellezza: una festa di grande profondità, nella contemplazione di un mistero sempre più infinito, sempre più insondabile.

Guardandone la raffigurazione non si può che ammirare la perfezione di un progetto provvidenziale, di un’eternità e di una temporalità che si toccano nell’innocenza e nella fragilità di un neonato, quanto di più semplice possa esistere ma nel contempo quanto di più – a sua volta – mirabile, misterioso e incredibile possa trovarsi davanti agli occhi.

Il mistero della vita, tangibile in ogni bambino appena nato, tocca il mistero dell’eternità, mentre due figure stanno a contemplarli, nella bellezza di una notte stellata vero principio di immortalità.

Buon Natale a tutti, ricco di pace, gioia e serenità!