Andrea Amici: Fantasia su “Norma”

Omaggio a Vincenzo Bellini nel centottantaduesimo anniversario della morte (23 settembre 1835 – 23 settembre 2017)

L’idea di scrivere una “fantasia d’opera” sulla “Norma” di Bellini mi è stata suggerita dalla data di un concerto dedicato a mie musiche originali e miei arrangiamenti che si sarebbe tenuto al Castello Ursino di Catania il 23 settembre 2017, giorno in cui sarebbe ricorso il 182° anniversario della morte del grande compositore catanese: mi pareva veramente necessario dedicargli un omaggio musicale e la scelta si è subito orientata verso una fantasia su una delle sue più famose opere.

Riallacciandosi alla tradizione ottocentesca del potpourri su temi d’opera, la mia “Fantasia” vuole però indagare maggiormente sugli aspetti notturni, lunari e più intimistici del grande capolavoro, anche deviando, in alcuni punti, dal precipuo linguaggio musicale dell’autore per trovare alcuni segreti contatti con procedimenti armonici che, per me, sottolineano idealmente questi aspetti.

Formalmente la “Fantasia” è costruita su parti della Sinfonia della Norma, fra le quali (e sulle quali) si innestano temi di celebri momenti salienti dell’opera.

La prima esecuzione, avvenuta appunto come previsto al Castello Ursino di Catania il 23 settembre 2017 nel corso del mio concerto tematico dal titolo “Notturno“, è stata affidata al violino di Rosa Alba Nicolosi, all’arpa di Angela Minuta, al pianoforte di Annalisa Mangano e al violoncello di Raffaella Suriano.